Basta che funzioni…

Basta che funzioni…

ParmAteneo è il settimanale degli studenti dell’Università di Parma. Mentre navigo per la rete trovo per caso l’editoriale di questa settimana:

Chiedimi se sono felice

TRA ‘CHALLENGE’ SUI SOCIAL E LEZIONI DI LAUGHTER YOGA: MA C’È DAVVERO BISOGNO DI RIDERE A TUTTI I COSTI?

Inizio a leggere con curiosità e molta attenzione ma non faccio caso, subito, a chi lo ha scritto. Mi concentro nella lettura, è un articolo interessante, scritto con uno stile originale e accattivante. Avverto  sensazioni apparentemente discordanti nel racconto…

Poi capisco di chi si tratta. Ed è una scoperta e una sorpresa piacevole. Lei non me lo aveva detto di aver scritto l’editoriale sul settimanale di Ateneo il 24 ottobre… ma noi lo abbiamo scovato…!

Si tratta di una  giovane, inizialmente scettica rispetto “all’approccio della felicità a tutti i costi” che, con senso critico e spirito di osservazione, vivendo le esperienze di risata incondizionata in prima persona e in modo autentico, comprende che non si tratta di superficialità e felicità a tutti i costi.

Ludovica è diventata habitué graditissima, con la sua risata argentina e il suo magnifico sorriso, degli incontri di risata incondizionata all’Università di Parma.

Mi ha fatto molto piacere leggere l’articolo, ancor di più sono felice di questa trasformazione. E’ splendido pensare che una persona che si è avvicinata alla laughter therapy con scetticismo, abbia rivisto le proprie sensazioni con senso critico e intelligenza sulla base delle esperienze vissute.

Che bello deve essere provare con scetticismo e rendersi conto che “rimanere uniti, sostenersi, ritrovarsi e ridere, anche se una ragione non c’è”, ci fa sentire meglio.

Ci fa piacere scoprire come chi prova l’esperienza della risata incondizionata comprenda che non si tratta di ridere come sciocchi o fare finta che sia tutto bello, ingenuamente.

Si tratta di ridere come esercizio e allenamento, facendolo nel modo che lo rende più semplice, in gruppo, nella consapevolezza che cambiando la nostra fisiologia cambieremo anche la nostra psicologia.
E che, per quanto possa sembrare incredibile, cambierà “sul serio” la nostra vita e quella di chi ci sta vicino.

L’editoriale di Ludovica lo trovi QUI, non te lo perdere, leggilo

Sara Valla
valla.sara@gmail.com